La sproporzione

Quel che impressiona di più è la sproporzione. Finora la praticava Israele e con qualche giustificazione, vista la sproporzione della minaccia. Ma se ad adottare la modalità della sproporzione è la più grande potenza mondiale che non corre alcun pericolo mortale, siamo di fronte a una svolta forse tragica.

Leggi tutto “La sproporzione”

Su un articolo di Ferrara su Trump

Sul “Foglio”, in un bell’articolo, Giuliano Ferrara è feroce contro Trump, definito un vero “gangster” che dovrebbe stare in galera piuttosto che alla Casa Bianca. Sottoscrivibile, certo. E però, poi, Ferrara non riesce a non irridere gli intellettuali americani che irridevano Berlusconi: “Un uomo perseguitato dalla malagiustizia e dal suo uso politico, un tipetto certo disinvolto ma osservante delle regole di fondo cento volte più di Trump”.

Leggi tutto “Su un articolo di Ferrara su Trump”

L’elefante nella stanza – lettera di Belona Greenwoodle

Una Città 257 / maggio 2019

Cari amici,
c’è un grande murale in questa città, è un rettangolo interamente riempito con un elefante. È intitolato “elefante” e “stanza”. Adoro questi graffiti che compaiono sui marciapiedi e sui muri quasi come segni massonici. È uno spazio di verità ma anche una manifestazione di frustrazione. Il logo Extinction Rebellion appare ormai dappertutto, semplice e agghiacciante. A Londra, Banksy ha creato un nuovo murale che sostiene l’attivismo ambientale. La verità e l’umorismo sui muri non sono nuovi, gli antichi romani e greci erano soliti scrivere poesie di protesta sugli edifici. La protesta veniva scavata nelle mura del castello.

Leggi tutto “L’elefante nella stanza – lettera di Belona Greenwoodle”

Chi è lo xenofobo?

Sul Wall Street Journal, William McGurn commenta il post-Brexit denunciando come i “ciechi” stiano guidando i “bigotti”. I “ciechi” sono i politici, gli opinionisti, gli uomini dello spettacolo e i sondaggisti che avevano dato per scontato il remain. Nonostante le loro previsioni siano state smentite, ora sono sicuri di conoscere la ragione del voto: gli ottusi inglesi. O meglio: la xenofobia. Leggi tutto “Chi è lo xenofobo?”