Il consenso

Quest’estate è stata lanciata l’app We-Consent, affinché i ragazzi possano documentare il loro mutuo consenso ad avere un rapporto sessuale. Esisteva già Good2Go, poi rimossa dal negozio di Apple per contenuti inappropriati. In pratica i ragazzi dovrebbero registrarsi mentre recitano i loro nomi, il luogo e l’ora in cui danno il loro consenso Leggi tutto “Il consenso”

Scuola di sesso

La “Jade Gift School” è una scuola nata in Kirghizistan tre anni fa che ha avuto un tale successo da dover aprire altre due sedi, più una succursale in Kazakistan.
Cosa insegna? Il sesso.
I corsi vanno dalla ginnastica più tradizionale al massaggio di coppia, dal sesso orale alle fantasie sessuali. Gli iscritti nella sede centrale, specialmente donne, vanno dai 18 ai 66 anni, ma la scuola ha da poco aperto corsi rivolti anche agli uomini.
Leggi tutto “Scuola di sesso”

Chiedi al sexperto

Cos’è il sesso per gli indiani? Forse un’ossessione, probabilmente un motivo di disorientamento; di certo, un argomento di cui è difficile parlare. Nel mix storico prodotto dal mescolarsi di cultura hindu e puritanesimo vittoriano, a uscire sconfitta sembra essere stata la libertà di parola sul tema. Malavika Vyawahare, corrispondente da New Dehli per il New York Times, ha intervistato uno dei pochi indiani che può parlare pubblicamente di “peni” e “vagine” in un paese dove, secondo uno studio, solo il 20% dei giovani riceve un qualche tipo di educazione sessuale: il novantenne Mahinder Watsa, ginecologo in pensione, tra i primi attivisti progressisti a promuovere campagne per la contraccezione, che da nove anni tiene sul Mumbai Mirror la rubrica “Ask the Sexpert”. Leggi tutto “Chiedi al sexperto”

La crisi del sesso

Anche la prostituzione è stata colpita da una grave recessione: il sesso non si vende più.
Debbie, una prostituta che gestisce un appartamento con altre mature signore nell’Inghilterra occidentale, fino a un anno fa faceva 8-9 appuntamenti al giorno, oggi ne ha due se va bene. Ovviamente ha dovuto tagliare le tariffe, se no aveva già chiuso: ormai guadagna di più a fare dei mercatini con le cose vecchie Leggi tutto “La crisi del sesso”

Assistenti sessuali

Lo scorso settembre, a Losanna sono stati rilasciati i primi dieci diplomi di assistenti sessuali (quattro donne e sei uomini) o “caresseurs”. La formazione comprende conoscenze in ambito medico, giuridico, sociale, sessuologico e etico.
L’assistenza sessuale agli handicappati esiste da oltre 30 anni in Olanda, Germania e Danimarca. In Svizzera solo da poco aiutare gli handicappati a vivere una vita sessuale è diventata una professione riconosciuta. Una professione che suscita turbamento perché incrocia due tabù, quello dell’handicap e quello del sesso. I cosiddetti “carezzatori” hanno una normale vita di coppia… Leggi tutto “Assistenti sessuali”