Hungry Holidays – lettera di Belona Greenwood

Una Città 258 / giugno-luglio 2019

Cari amici,
siamo all’inizio delle vacanze estive, anche se mentre vi scrivo il cielo è coperto, pieno di nuvole. Non si tratta più però della tipica stagione estiva britannica che patisce il poco sole, almeno non da quando è iniziata l’emergenza climatica; l’anno scorso ci siamo arrostiti sotto un’ondata di caldo anomalo e una siccità durata settimane. Ma quest’anno, e in questi ultimi giorni, questo clima deprimente rispecchia molto accuratamente lo stato emotivo di molte persone. Anche le vacanze estive sono annuvolate dalla problematica situazione politica in cui si trova l’intero paese.

Leggi tutto “Hungry Holidays – lettera di Belona Greenwood”

“Lavorare stanca” – Un appunto di Francesco Ciafaloni

Un appunto di Francesco Ciafaloni* sulla diseguaglianza nella retribuzione del lavoro, per Thomas Piketty la causa principale dell’aumento della diseguaglianza economica negli ultimi anni (spesso pochissimo legata al merito), e sulla diseguaglianza nella proprietà, che è ancora maggiore…

La­vo­ra­re stan­ca.
E qual­che vol­ta non ba­sta per vi­ve­re.
Gra­ve quan­to l’al­ta di­soc­cu­pa­zio­ne è l’au­men­to dei la­vo­ra­to­ri po­ve­ri; co­sì po­ve­ri da non gua­da­gna­re ab­ba­stan­za per vi­ve­re. Ba­sta guar­dar­si in­tor­no, in Ita­lia, an­che nei me­no po­ve­ri nor­do­ve­st e nor­de­st, per sco­pri­re la­vo­ra­to­ri che gua­da­gna­no me­no di quel­lo che con­su­ma­no; Leggi tutto ““Lavorare stanca” – Un appunto di Francesco Ciafaloni”

Lo spettro del freddo – lettera di Belona Greenwood

Cari amici,
ascolto con ansia crescente i suoni prodotti dalla caldaia di casa mia. Sta diventando davvero rumorosa: va su di giri con una tosse sibilante e poi sferraglia con uno scoppio d’asma per scaldare acqua e radiatori. È la stagione del freddo. Le previsioni hanno iniziato a parlare del gelo, e noi sappiamo che da ora in avanti scivoleremo nell’inverno e che sarebbe un disastro se le caldaie decidessero di averne avuto abbastanza. Il problema della mia è il «kettling»: un accumulo di calcare nel profondo del suo ventre pieno d’acqua calda. È vecchia e, come gran parte del sistema energetico nazionale, sta esalando gli ultimi respiri: ha urgente bisogno di riparazioni. Purtroppo una caldaia nuova costa cara, proprio come il rinnovo delle nostre infrastrutture energetiche; rinnovo che, insieme ai rincari dell’energia elettrica, è una questione politica scottante. Leggi tutto “Lo spettro del freddo – lettera di Belona Greenwood”

Ricette d’austerità

Jack Monroe, 24 anni, madre single, è diventata famosa con il suo blog (agirlcalledjack.com). L’idea di condividere le sue acrobazie, ma anche la sua umiliazione, è venuta fuori il giorno in cui non sapeva più dove sbattere la testa: finiti i soldi, la dispensa vuota, l’assegno pubblico ridotto inspiegabilmente di 100 sterline e il bambino affamato Leggi tutto “Ricette d’austerità”

Bonifici contro la povertà

In India da gennaio partirà un programma straordinario di lotta alla povertà, con una formula inedita. Non più soldi ai capovillaggi da distribuire ai bisognosi, ma semplici bonifici diretti all’interessato. Ne parla Julien Bouissou su “Le monde”. I beneficiari presunti sono 720 milioni di indiani che sono stati dichiarati idonei a ricevere una delle 26 prestazioni sociali previste, dalle borse di studio alle pensioni, ecc. Da questo gennaio i 45 miliardi di euro stanziati per gli aiuti sociali saranno versati direttamente sui conti correnti bancari dei più poveri, così da evitare che finiscano nelle tasche di funzionari e intermediari corrotti. Nel 1985, Rajiv Gandhi, allora primo ministro, aveva stimato che su 100 rupie dispensate dal governo, quasi 85 venivano “deviate”. Leggi tutto “Bonifici contro la povertà”