Vergognarsi di fare il medico in UK

Tra il 2011 e il 2012  nel Regno unito sono stati persi oltre 1700 letti psichiatrici. Sul “Guardian” del 23 ottobre, Alex Langford, psichiatra del sistema sanitario nazionale inglese, ha scritto un pezzo molto accorato di allarme per quello che sta succedendo ai pazienti con disagio mentale Leggi tutto “Vergognarsi di fare il medico in UK”

Ospedali

Verrebbe da dire che tutto il mondo è paese. Anche nel Regno Unito si sta discutendo di come operare dei tagli a una sanità non più sostenibile e una delle opzioni è -anche lì- una riorganizzazione che vede la chiusura di alcuni ospedali minori. Ne ha parlato anche Catherine Bennett, editorialista dell’Observer, in un pezzo dal titolo emblematico: “Se davvero pensi che debbano sopravvivere tutti gli ospedali… devi vedere un dottore” Leggi tutto “Ospedali”

Ospedali low cost

Nell’ospedale Narayana Hrudayalaya di Bangalore, un intervento al cuore costa 2000 dollari contro i 20.000 degli Stati Uniti. Il merito è del dottor Devi Shetty che, come ci spiega Jyothy Karat, inviato di “Le Monde”, ha applicato il fordismo alle operazioni cardiache. Un metodo che democratizza l’accesso alle cure, grazie a una riduzione dei costi e che potrebbe essere applicato anche altrove. I pazienti arrivano dall’Africa, dal Medio Oriente e dall’Asia meridionale. Il primo colloquio spesso è via Skype. I 14 ospedali del gruppo Narayana Hrudayalaya, presenti in 11 città indiane, hanno un giro d’affari di 250 milioni di euro. Il dottor Shetty, che viene considerato un “santo” da molti suoi pazienti, ha optato per interventi a basso costo, non per compassione per i poveri, ma per uno spiccato senso degli affari. Leggi tutto “Ospedali low cost”