“Sono qui per restare” – intervento di Francesco Ciafaloni

Su come la crisi ha colpito gli stranieri. Intervento di Francesco Ciafaloni*
Stranieri e disoccupati
Il IV Rapporto annuale sugli immigrati nel mercato del lavoro italiano include i dati del 2013, i primi che tengano conto pienamente della seconda ondata recessiva, che ha colpito gli stranieri (e gli italiani) ben più duramente della prima, e non risentano troppo delle correzioni del censimento del 2011. Il quadro fornito include i confronti con gli altri paesi europei sui flussi in entrata e in uscita e i tassi di occupazione ed è di estremo interesse. Leggi tutto ““Sono qui per restare” – intervento di Francesco Ciafaloni”

“I giovani in Italia” – un appunto di Francesco Ciafaloni

Aumentano (solo) i giovani non figli di italiani. Intervento di Francesco Ciafaloni pubblicato sul n. 215 di Una città*.
I giovani come classe di età
I giovani residenti in Italia hanno in comune la caratteristica di essere pochi rispetto alla generazione precedente e quindi alla popolazione, e di essere, in considerevole e crescente percentuale, stranieri.
Delle tre fasce di età in cui vengono suddivise le popolazioni -0-14, giovani; 15-65, adulti; e più di 65, anziani- tra il 2002 e il 2012 quella dei giovani è in leggera diminuzione (dal 14,2 al 14%). Quella degli adulti passa dal 67,1 al 65,1%. Quella degli anziani dal 18,7 al 20,8%. L’indice di vecchiaia arriva a 151,4 anziani ogni cento giovani. Leggi tutto ““I giovani in Italia” – un appunto di Francesco Ciafaloni”

Deflazioni – appunto di Francesco Ciafaloni

Un intervento di Francesco Ciafaloni* sul declino demografico.

Si par­la mol­to di de­fla­zio­ne e de­pres­sio­ne eco­no­mi­ca in Eu­ro­pa. Si par­la me­no del de­cli­no del­la po­po­la­zio­ne in mol­ti pae­si del­l’Eu­ro­pa orien­ta­le e cen­tra­le, an­che in se­gui­to al­l’e­mi­gra­zio­ne ver­so Oc­ci­den­te. È una del­le con­se­guen­ze, for­se in­de­si­de­ra­te, del­l’al­lar­ga­men­to ra­pi­do del­l’U­nio­ne Eu­ro­pea (e del­la Na­to) nel­lo spa­zio la­scia­to li­be­ro dal crol­lo del­l’U­nio­ne So­vie­ti­ca. È co­me se le po­po­la­zio­ni stes­se­ro fra­nan­do da Orien­te ver­so Oc­ci­den­te per am­mas­sar­si nel­la val­le del Re­no (do­ve, ol­tre che in Olan­da e in In­ghil­ter­ra, si re­gi­stra­no le den­si­tà mag­gio­ri); e da nor­de­st ver­so su­do­ve­st in Fran­cia, per am­mas­sar­si ver­so i Pi­re­nei e il Me­di­ter­ra­neo. Leggi tutto “Deflazioni – appunto di Francesco Ciafaloni”

“Lavorare stanca” – Un appunto di Francesco Ciafaloni

Un appunto di Francesco Ciafaloni* sulla diseguaglianza nella retribuzione del lavoro, per Thomas Piketty la causa principale dell’aumento della diseguaglianza economica negli ultimi anni (spesso pochissimo legata al merito), e sulla diseguaglianza nella proprietà, che è ancora maggiore…

La­vo­ra­re stan­ca.
E qual­che vol­ta non ba­sta per vi­ve­re.
Gra­ve quan­to l’al­ta di­soc­cu­pa­zio­ne è l’au­men­to dei la­vo­ra­to­ri po­ve­ri; co­sì po­ve­ri da non gua­da­gna­re ab­ba­stan­za per vi­ve­re. Ba­sta guar­dar­si in­tor­no, in Ita­lia, an­che nei me­no po­ve­ri nor­do­ve­st e nor­de­st, per sco­pri­re la­vo­ra­to­ri che gua­da­gna­no me­no di quel­lo che con­su­ma­no; Leggi tutto ““Lavorare stanca” – Un appunto di Francesco Ciafaloni”