Hai posta non letta

La posta elettronica avrebbe già stufato: secondo molti esperti di informatica si tratterebbe di un sistema di comunicazione fallace. Ne ha scritto Steven Pole sul Guardian.

Oggi, infatti, l’email è considerata uno dei principali colpevoli del sovraccarico di informazioni che pende sugli utenti del web. Secondo Shiva Ayyadurai, che nei tardi anni Settanta è stato uno dei primi sviluppatori di un sistema di comunicazione di posta elettronica di massa, “L’email ha trasformato tutti noi nelle segretarie di noi stessi”. Leggi tutto “Hai posta non letta”

In Francia alle mail si risponde. E in Italia no

Pubblichiamo una mail inviataci da una nostra amica, Francesca Barca, che si è trasferita in Francia.

In Francia alle mail si risponde. E in Italia no. Ti rispondono alle mail i professori delle università, ti rispondono i giornali, ti rispondo agli annunci di lavoro. Anche solo per dire no.

Per questo penso che se iniziassimo, sistematicamente, a rispondere alle mail il nostro paese andrebbe meglio. Non so dove, ma andrebbe meglio. Un esempio: l’ultima dichiarazione dei redditi che ho fatto ho pagato troppo. Avendo la tessera da giornalista avevo diritto a uno sgravio. Non lo sapevo. Quindi l’errore era mio. Ho scritto qualche mail (non fax, non raccomandate), rompendo un minimo le scatole ed è bastato che inviassi i miei documenti scannerizzati per avere il rimborso entro un mese. Con un assegno via posta.

In Italia per avere i rimborsi passano due anni. E se nel frattempo hai cambiato lavoro il sistema si inceppa perché non sanno dove farti l’accredito (te lo farebbero in busta paga, ma ora che le persone non hanno il posto fisso, o che lo perdono… ) per cui rischi di perderli.  Leggi tutto “In Francia alle mail si risponde. E in Italia no”

444.743 rubriche al giorno

Grazie alle rivelazioni di Edward Snowden oggi si sa che la NSA, la National Security Agency, raccoglie centinaia di milioni di email e profili sia dalle caselle di posta elettronica che dalle chat. Mettere assieme e confrontare le rubriche di milioni di utenti permette di scovare connessioni nascoste e di fare una mappa.
Barton Gellman e Ashkan Soltani, del Washington Post, riportano che in un solo giorno, lo scorso anno, il dipartimento dell’Nsa deputato a questo compito raccoglieva 444.743 intere rubriche da Yahoo, 105.068 da Hotmail, 82.857 da Facebook, 33.697 da Gmail e 22,881 da altri provider Leggi tutto “444.743 rubriche al giorno”