L’Islam nascosto

Palestre, garage, magazzini, negozi e discoteche abbandonate: questi, in Italia, sono alcuni dei luoghi che negli anni si sono trasformati in moschee improvvisate. Li ha raccontati l’italiano Nicolò Degiorgis nel libro fotografico “Hidden Islam”, progetto col quale ha vinto un premio al festival francese Recontres d’Arles. Nel libro, le immagini storiche dei luoghi diventati luoghi di culto improvvisati vengono affiancate a foto che ritraggono i fedeli in preghiera. Ne ha parlato Sean O’Hagan sul Guardian, che ha rilevato come nel nostro Paese, a fronte di una comunità di fedeli musulmani che si aggira intorno al milione e mezzo di persone, siano solo otto le moschee ufficiali.

Nella foto, di Francesca Pintus, una moschea in un piccolo locale a Forlì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *