Veterani

Shaun So, di Forbes, riporta nella sua rubrica, da sempre attenta alle condizioni dei veterani, il post di Melissa W, veterana delle forze armate americane.
“Ciao a tutti. Ho lasciato l’Air Force nel 2007, dopo otto anni di servizio… A quel punto con mio marito abbiamo deciso di tornare nella sua città natale, per essere vicini ai parenti, pensando che avremmo trovato dei normali lavori d’ufficio. Da quando ho lasciato la Virginia per il Texas, sette mesi fa, sono rimasta disoccupata. All’inizio pensavo che i miei datori di lavoro fossero spaventati dal mio stipendio precedente. Poi ho cominciato a sospettare che fosse invece il mio servizio militare a spaventarli. Fino a che a un colloquio mi è stato detto: “Non assumiamo gente come lei”, quasi che essere stata nell’esercito mi rendesse una lebbrosa. Mio marito, veterano della Marina, per fortuna ha un lavoro, apprendista elettricista, ma prende poco. Infatti sta cercando di riarruolarsi in Marina, nella speranza di ottenere un lavoro migliore. Ci sentiamo entrambi un po’ perduti. Se va avanti così francamente non ho idea di cosa fare… Mi sono laureata in Business Administration, ma sembra che al mondo civile non interessi un analista addestrato in ambito militare. Credo che la mia frustrazione venga anche dal fatto che ho ricevuto la formazione migliore che potessi avere… e ora non riesco a trovare un lavoro per salvare la mia vita … Ho vinto numerosi premi, sono stata lodata da tutti i miei supervisori per 14 anni, non capisco cosa sto sbagliando”.
(forbes.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *