Esercitazioni

Oggi sul “Guardian“, Harriet Sherwood, da Gerusalemme, denuncia come i palestinesi vengano usati nell’addestramento dei soldati israeliani, e cioè soggetti a raid nei loro villaggi, perquisiti personalmente e nelle loro abitazioni, perfino (fintamente) arrestati, senza essere informati che si tratta di un’esercitazione.
Yesh Din, organizzazione israeliana per la tutela dei diritti umani ha denunciato in particolare due casi: l’incursione in un villaggio che ha suscitato terrore e sgomento, specie tra i bambini, e quella addirittura in un’abitazione privata proprio durante l’Iftar, la cena che segue il digiuno durante il Ramadan. La famiglia di Amro si è vista così entrare in casa 15 soldati armati di tutto punto.
L’esercito ha confermato di sceglierli appositamente ignari di queste operazioni, proprio come test, anche se ha ammesso che quelle azioni sono state probabilmente condotte in modo “improprio”.
(theguardian.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *