La scodellatrice

“Le scodellatrici devono essere fornite di adeguato materiale antiinfortunistico (ai sensi delle proprie procedure operative) e possono essere soggette a malattie professionali”. Cosa fanno le scodellatrici? Danno da mangiare ai bambini nelle mense scolastiche. Insomma scodellano. Il loro mansionario preciso si può leggere qui:
http://pappapedia.pappa-mi.it/ristorazione/distribuzione/scodellatrici

C’è anche un pdf da scaricare sui disturbi muscolo scheletrici.
Questa ormai non più nuova professione è nata nel 1999 quando ai sensi del comma 4 dell’art. 8 della legge 3 maggio 1999, n. 124, è stato sancito che i collaboratori scolastici (i vecchi “bidelli”) non potevano più dare da mangiare ai bambini delle materne. Il protocollo d’intesa con i sindacati escluse infatti dal mansionario del collaboratore scolastico compiti come il ricevimento dei pasti, la predisposizione del refettorio, la distribuzione dei pasti e lo “scodellamento”. Dato che però il cibo preparato andava comunque servito ai bambini, occorreva trovare qualcuno che lo facesse. Allora i bidelli niente (neanche di fronte a incentivi di 800-1000 euro al mese accettarono: “Non tocca a noi”). Le maestre men che meno e quindi? Niente paura, la soluzione era semplice: bastava trovare dei lavoratori che si presentassero a scuola intorno all’ora di pranzo e se ne andassero subito dopo, gli scodellatori, appunto. O meglio: le scodellatrici. Oggi, a svolgere questo mestiere sono perlopiù donne. Il loro stipendio si aggira sui 3-400 euro al mese (salvo da giugno a settembre quando non c’è affatto). I contratti dei nuovi assunti sono stati “a chiamata”.
L’attività in oggetto sarebbe stata “svolta nell’ottica dell’ottimizzazione delle risorse” si legge nei documenti dell’epoca. Sarà. A suo tempo Rizzo e Stella però quantificarono che un Comune di media grandezza, con 2000 alunni cui dar da mangiare, spendeva per le “scodellatrici” 300.000 euro ogni anno scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *