Sanità

Il presidente della Regione Lazio ha iniziato a mettere mano alla sanità, questa volta partendo dall’alto, dai primari, di cui si prevede un taglio del 40%. Attaccato per decisioni “imposte dall’alto”, il presidente del Lazio ha citato situazioni indifendibili, come quella dell’ospedale con 17 posti letto e 16 primari. Le 16 sigle sindacali dei medici però non ci stanno e annunciano battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *