“Apposite liste”

Qualora l’anomalia evidenziata, così come altre dello stesso genere, sarà riscontrata anche nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2006, la posizione sarà sicuramente inserita in apposite liste dalle quali gli Uffici dell’Amministrazione finanziaria selezioneranno i contribuenti da sottoporre a controllo fiscale.
Finisce così una lettera di contestazione a un lavoratore autonomo da parte del responsabile degli studi di settore. C’è la benevolenza del “perdono” per l’anno in corso, la minaccia di quel “sicuramente” per l’anno a venire, poi quelle “apposite liste” che non può non suonare vagamente sinistro (“badi, finirà in una lista”), il verbo selezionare, genericamente arbitrario, non “sorteggiare”… Quattro righe perfette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *