Perché non a loro la Presidenza della Camera?

Perché mai non si poteva dar loro la presidenza della Camera? Qual è stato il grande ragionamento politico? Che loro si sarebbero comportati uguale? (E comunque è un fatto che loro, pur senza intenzione, hanno governato con un Presidente della Repubblica che veniva dallo schieramento opposto, il che creava un certo equilibrio). Quindi? La ragione è la minaccia di sciopero da parte dell’ex-sindacalista? E lui, che ragionamento ha fatto? Perché mai non s’è preso un ministero che avesse a che fare con il lavoro? Ha preteso la carica numero tre dello stato, dopodiché ha dedicato agli operai la sua grande vittoria. Nei giorni in cui uscivano i dati (impressionanti) del voto a destra fra gli operai.
Poi gli altri che non potevano restar senza una carica istituzionale, poi il numero dei ministri e la divisione di un ministero in tre per far vedere qualche donna e non smentire del tutto le promesse, poi il record dei sottosegretari… Loro pensano che la politica sia questo? Speriamo che leggano attentamente il messaggio sulla convenienza e sulla convivenza che un padre della Costituzione manda a loro e a tutti noi (pag. 2 e 3). (Qui poi, e sia detto fra parentesi, dove sarebbe stata la convenienza? Hanno idea di quanti, fra chi ha votato centrosinistra, sono rimasti disgustati?).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *